Extinction Rebellion 2019, un anno da ricordare

Monday, December 30, 2019 by Extinction Rebellion

year inreview

  • Due ribellioni internazionali, centinaia di azioni di pacifica disobbedienza civile in tutto il mondo - Creazione di oltre 800 gruppi in più di 70 paesi - Oltre 20 dichiarazioni nazionali di emergenza climatica, centinaia a livello locale, una a livello continentale (Unione europea) - Numero 1 influencer durante il COP25 – un mucchio di merda da cui le rose più dolci cresceranno

31 dicembre 2019, (Pianeta Terra) - Quando un gruppo di cittadini comuni, ispirati dagli scienziati, ha accettato di impostare su un'idea scandalosa con grandi aspettative nel mese di aprile 2018, mai avrebbero potuto immaginare l'impatto che il loro esperimento avrebbe avuto in tutto il nostro pianeta. Gravemente consapevole del fatto che la società non è riuscita a far fronte alla peggiore crisi esistenziale che l'umanità abbia mai affrontato collettivamente, l'idea era di assumere finalmente il comando in una questione trascuratamente ignorata dai governi del mondo, creando il più grande movimento di disobbedienza civile legato al clima della storia. Mentre il 2019 volge al termine, Extinction Rebellion (XR) si ferma a guardare indietro ad alcune delle tappe fondamentali dell'anno.

Il movimento globale definito dalla sua disobbedienza civile nonviolenta continua a ruotare intorno a tre richieste fondamentali, adattate alle realtà locali:

  1. Verità sulla situazione Il governo deve dire la verità dichiarando un'emergenza climatica ed ecologica, lavorando con altre istituzioni per comunicare l'urgenza del cambiamento.
  2. 3Azione immediata
    Il governo deve agire ora per arrestare la perdita di biodiversità e ridurre le emissioni di gas serra a zero netto entro il 2025.
  3. 3Oltre la politica
    Che il governo costituisca e sia guidato dalle decisioni di un’assemblea di cittadini/e sulle misure da attuare e sulla giustizia climatica ed ecologica.

Per diffondere le loro richieste, XR ha organizzato due ribellioni internazionali, in aprile e in ottobre. La ribellione di aprile ha preso Londra dalla tempesta, spezzando l'indifferenza dei cittadini, quando i ribelli sono usciti per celebrare la vita nel cuore della capitale britannica per due settimane solide. I gruppi locali XR hanno fatto il loro debutto mondiale a Buenos Aires, Parigi, Buenos Aires e Sydney, per citare alcuni posti. Le azioni hanno portato a migliaia di arresti, ha generato perdite economiche per milioni e ha persino spinto il Parlamento britannico a dichiarare un'emergenza climatica - il primo organo legislativo al mondo a farlo.

Extinction Rebellion ha spostato la conversazione e costretto il mondo a parlare del clima e dell'emergenza ecologica. Il resto è storia, come la ribellione si diffuse fino alle rive più lontane. Dalla Francia alla Germania, Sudafrica, Ghana, India, Nuova Zelanda al Cile, la clessidra stilizzata di XR ha sorvolato gli angoli più inaspettati della Terra, ad eccezione di un unico continente: l'Antartide. Per il momento, sì. Giorno dopo giorno, i ribelli di tutto il pianeta tessevano alleanze, sia con organizzazioni ambientali consolidate, come Greenpeace, o con nuovi movimenti come Fridays for Future. Fondamentale, però, è che si estende a diversi settori della società civile e soprattutto alle persone. “L'emergenza climatica ed ecologica non conosce confini,” spiega 23enne studente olandese Pippi Van Ommen, "se il livello del mare si alza di due metri, la mia città natale, e gran parte del mio paese non sopravviverà. Prima non ero un attivista. Ho sentito parlare di Extinction Rebellion attraverso Instagram e ora dedico tutto il mio tempo, nonostante avessi dovuto consegnare la mia tesi per Natale. XR non è di destra o di sinistra. Rappresenta tutti i settori sociali e gruppi di età, non c'è gerarchia e tutti sono i benvenuti."

Una delle immagini più iconiche è stata una chiamata a “Rebel for Life”, blasonata attraverso le navi rosa e giallo, ormeggiate attraverso le principali città del mondo, in mezzo alla strada. “Siamo tutti nella stessa barca” è il messaggio che incarna, mirando alle immaginazioni del pubblico e dei ribelli allo stesso modo, come cavalca la cuspide dell'onda globale di Primavera del Clima. Descritto dalla CNN come “il movimento ambientale con il più di alto profilo del mondo, ” Extinction Rebellion è diverso. È radicalmente diverso, essendo un movimento di ingegneri, medici, disoccupati, pensionati, studenti, scienziati, giornalisti ... insomma, è un movimento di ordinari, o piuttosto straordinari, esseri umani.

"XR usa la disobbedienza civile per scuotere le coscienze di fronte alla crisi climatica. È un gruppo che scoppia di energia. Fa appello alle emozioni. Alla visione di un futuro distrutto se non agiamo", spiega Egbert Born, un poeta di Amsterdam di 53 anni. Adelheid Lüchtrath, una dottoressa tedesca di 67 anni, riassume il suo anno spiegando come lei non fosse mai stata arrestata, né multata, ma sarebbe disposta a passare del tempo in prigione, se aiuta la lotta climatica. "Sono 40 anni che combatto il cambiamento climatico perché i politici non hanno fatto nulla. Non vogliono reagire."

In tutto il mondo, XR ha incontrato politici e governi. Una nonna che ha fatto lo sciopero della fame in novembre per protestare contro il cambiamento climatico ha incontrato il ministro irlandese dell'Ambiente, Richard Bruton. In Spagna, XR ha incontrato il ministro della Transizione Ecologica, Teresa Ribera, e il primo ministro Pedro Sanchez, mentre il ministro dell'Ambiente svedese ha accettato di incontrare gli scioperanti della fame svedesi. Negli Stati Uniti gli scioperanti della fame hanno occupato l'ufficio Capitol di Nancy Pelosi.

Durante la COP25, il 25mo vertice annuale delle Nazioni Unite sul clima, il movimento ha consolidato la sua reputazione di giocatore serio al tavolo politico. Nonostante uno spostamento dell'ultimo minuto a Madrid da Santiago del Cile in seguito a disordini sociali, il movimento globale si è fatto sentire. All'interno, il co-fondatore Skeena Rathor e il coordinatore britannico Tim Crosland hanno incontrato la presidenza e hanno puntato alla COP26 a Glasgow, sottolineando la necessità di un'autentica cooperazione e unità di fronte alle avversità. Fuori, i ribelli senza frontiere di XR, provenienti da oltre 20 paesi, manifestano attraverso la disobbedienza civile (e la discobedienza) la loro indignazione ogni giorno, culminando con una pila di letame di cavallo consegnato alla porta del summit sul clima delle Nazioni Unite. Il messaggio allegato leggere: “Cari leader… La merda di cavallo si ferma qui.” Pochi giorni dopo, la società di analisi dei social media, Onolytica, ha classificato XR come il numero uno degli influencer della COP25.

Nonostante tutto ciò, le emissioni continuano ad aumentare e la pantomima di Natale della COP25 si è rivelata irrimediabilmente inadeguata a mettere in moto qualsiasi cambiamento significativo, spingendo il barattolo lungo la strada verso la COP26 di Glasgow. Dove Extinction Rebellion sarà sicuramente presente.

Per tutti noi di XR, 2019 ha rappresentato l'anno in cui abbiamo mandato una sveglia cosmica ed ecologica. Continueremo a ribellarci per la vita, portando la nostra rivoluzione compassionevole in ogni ultimo continente. Il tempo sta finendo ed Extinction Rebellion rimarrà in prima linea nell'emergenza planetaria, un motore di cambiamento in un mondo che si inaridisce. Nel 2020, tutto il mondo si unirà al partito.

trova il tuo gruppo


About the Rebellion

Extinction Rebellion is a decentralised, international and politically non-partisan movement using non-violent direct action and civil disobedience to persuade governments to act justly on the Climate and Ecological Emergency. Our movement is made up of people from all walks of life, contributing in different ways with the time and energy they can spare. Chances are, we have a local branch very close to you, and we would love to hear from you. Partecipa …or consider making a donation.

Fatto con amore e rabbia Extinction Rebellion (XR) è un movimento fare-insieme. Tutti i nostri disegni e opere d'arte possono essere utilizzati non commercialmente allo scopo di salvare il pianeta. Questo non significa creare merce per raccolta fondi o mandare ad XR una percentuale delle vostre vendite. Non appoggiamo o creiamo alcuna merce e perseguiremo legalmente chiunque lo faccia. Il simbolo è stato progettato nel 2011 dall'artista di strada ESP, il quale presta ad XR l'utilizzo del logo sulla stessa base: www.extinctionsymbol.info